Coming out Gay. Findus lo racconta così in uno spot.


Gli spot pubblicitari possono veicolare importanti e delicati temi sociali?

Pare proprio di sì, perché, come abbiamo detto in un recedente contributo, il Brand oltre ad essere il segno distintivo di un’attività commerciale o professionale porta avanti un discorso di marca e un modo di essere, rispetto al quale possiamo identificarci o discostarci, ma difficilmente ignorare.

Findus, leader italiano dei surgelati che da 50 anni porta in tavola di tutte le famiglie prodotti che hanno rivoluzionato il rapporto tra il tempo di preparazione e i piaceri della tavola, affronta il tema dell’omosessualità in uno spot di 30’’.

La pubblicità “gay friendly” racconta la storia di una mamma invitata a cena a casa del figlio, il quale le fa scoprire nuovi piatti e ricette (naturalmente si tratta di cibi surgelati a marchio Findus) e, tra una portata e l’altra, coglie l’occasione per fare coming out. “Mamma c’è un’altra piccola sorpresa: Gianni non è solo il mio coinquilino, è anche il mio compagno”.

Allo spot va il plauso dell’associazione Gay Center: “Dovrebbe essere di esempio per la comunicazione delle aziende italiane – dice il portavoce Fabrizio Marrazzo – sicuramente mostrare chiaramente la semplicità e la quotidianità di una coppia gay e la sua accettazione è una scelta intelligente. Un plauso alla Findus e un invito a tutte le grandi e piccole aziende a fare lo stesso. Aspettiamo sempre che la Barilla dia un segnale”.

Il chiaro riferimento, che tutti ricorderemo, è alle dichiarazioni del presidente Guido Barilla che tuonò “Non faremo pubblicità con omosessuali, perché a noi piace la famiglia tradizionale. Se i gay non sono d’accordo, possono sempre mangiare la pasta di un’altra marca. Tutti sono liberi di fare ciò che vogliono purché non infastidiscano gli altri”. Queste parole erano state pronunciate dall’imprenditore lo scorso settembre durante la trasmissione di Radio24 La Zanzara.

Ne scaturì un polverone Social e quindi le scuse con un tweet firmato Barilla.

scuse barilla
Oggi Findus, alla propria comunicazione promozionale, affida il messaggio che scoprire cose “nuove” apre gli orizzonti non solo nelle abitudini culinarie e che le “sorprese” non sono poi così tanto inaspettate.

La dialettica tra Brand e consumatori e anche tra brand e brand risulta evidente.

Voi come giudicate i messaggi d’importante valore sociale veicolati dalle Marche famose? Credete che possano aiutare a infrangere il vetro del pregiudizio? E perché?

Scritto il


Sei membro del forum? Vuoi scrivere anche tu su MARKETING Blog gt
Chiedilo a @giorgiotave