Il mondo è veloce, il Marketing no…


Il mondo cambia troppo velocemente e le aziende, quelle di tutti i giorni – non Google, Facebook o Microsoft, per intenderci… -, non riescono a tenere il ritmo, non riescono a star dietro alle novità globali.

Il mondo è veloce, il Marketing no. Lo scrivevo nel titolo, anche se poi la considerazione non è chiaramente mia: Paris Kafantaris, vice presidente marketing europeo di Procter & Gamble, parla in occasione dell’Assemblea Upa incentrato sul linguaggio aziendale, sulla comunicazione tra clienti e brand.

“I consumatori vengono in contatto mediamente ogni giorno con 3000 messaggi: per fare breccia occorre creare un legame forte, rendere i consumatori parte di un’esperienza”, dice Kafantaris. Le dichiarazioni le prendo da PubblicitàItalia, da questo post.

Cosa serve, dunque, per stare al passo coi tempi, per essere all’ultima moda agli occhi dei consumatori? Idee. Grandi e chiare. Soprattutto chiare, perchè il mondo di oggi è informato, sfiduciato, abbattuto dalla crisi.

Sembra un po’ la foto di noi italiani, o no? 🙂

“Per riconquistare la fiducia occorre credibilità”, rivela allora Simon Mainwaring, consulente, autore e blogger. “Le persone non vogliono solo oggetti migliori, ma brand che creino un mondo migliore – prosegue – Le marche devono essere significative per le vite dei consumatori, devono celebrarli, anziché essere ‘celebrity’ come poteva essere qualche anno fa, ed essere partner effettivi”.

Il mondo è veloce, il Marketing no. Siete d’accordo? Nel dubbio, voi e la vostra azienda, cominciate a correre 🙂

Scritto il , ultima modifica


Sei membro del forum? Vuoi scrivere anche tu su MARKETING Blog gt
Chiedilo a @giorgiotave