Verso WebReevolution! Parola ai relatori della sala “Strumenti”


-3, poi sarà WebReevolution. Soltanto tre giorni prima del via, all’SGM Conference Center di Roma, dell’evento organizzato da GT Idea che coinvolgerà 33 relatori in 27 interventi, divisi in 5 sale differenti.

Oggi la parola va ai relatori della sala “Strumenti“, anche loro tra i protagonisti di WebReevolution.

1. Quali sono i tre strumenti che utilizzi maggiormente nella tua attività quotidiana?

Marco Quadrella

Difficile fare una classifica trai 3 tool visto che spesso i ragionamenti che cominciano in uno finiscono nell’altro. Gli Strumenti per Webmaster forniscono controllo sul sito, Analytics controllo sugli utenti mentre AdWords controllo sul mercato.

Per scendere nel dettaglio, le informazioni che cerco più spesso sono:

  • negli Strumenti per Webmaster: le modifiche dei posizionamenti e gli errori di scansione
  • in Google Analytics: l’andamento del traffico proveniente dalla ricerca organica per chiavi non legate al brand e l’andamento delle conversioni
  • nel Centro Clienti AdWords: il traffico atteso dalle parole chiave ed il test delle varie SERP

Francesco Tinti – cerchialo su Google+

I 3 strumenti che uso più nella mia attività quotidiana sono:

  • Evernote. Per archiviare idee e spunti, loggare le attività quotidiane e mille altri usi che questo fantastico software mette a disposizione
  • OpenOffice Calc.
  • tutti gli strumenti

Gianluca Fiorelli – cerchialo su Google+

Tre sono un numero limitato, poiché ne utilizzo un numero maggiore nella mie attività quotidiane come SEO.

Diciamo che quelli indispensabili sono i seguenti:

  • Screaming Frog SEO Spider, che considero essere il miglior crawler in commercio per le infinite possibilità di analisi di dati che offre, i filtri che mette a disposizione e la personalizzazione del crawl che permette
  • Open Site Explorer (e solo in leggera minor misura Majestic SEO), perché – dalla scomparsa di Yahoo Site Explorer – è probabilmente il miglior tool per l’analisi dei link profiles
  • SEOmoz Pro Tools. Secondo me – e non lo dico perché sono un Associato di SEOmoz – è il sistema di gestione di campagne SEO più completo. Certo, Raventools è un degno concorrente e in alcune occasioni lo utilizzo, ma in genere tendo a servirmi dei tools di SEOmoz, che – per quello che posso anticipare – nell’ultimo quarto di quest’anno vedranno una nuova release che li renderà ancor più attrattivi per chiunque faccia SEO moderno, ovvero integrato con Social e Content Marketing

Infine, non posso non citare Google Analytics. Se c’è una cosa che distingue soprattatto la SEO è il suo essere data driven, e Google Analytics (ma anche ogni altro sistema di Analitica Web) è un alleato fondamentale per il successo di una campagna SEO.

Luigi Sciolti – cerchialo su Google+

Escludendo quelli del pannello di Adwords e gli altri strumenti forniti da Google (primo tra tutti Analytics), utilizzo ubersuggest.org per la scelta delle keywords, notepad l’ottimizzazione di chiavi e annunci ed excel per elaborare i dati degli export.

Filippo Trocca – cerchialo su Google+

Uso numerosi strumenti informatici durante la mia giornata lavorativa, i tre più utilizzati sono:

  • WebEX, la piattaforma di web Conferencing di Cisto che mi permette di comunicare attivamente con tutti i web manager in Europa
  • Microsoft Outlook, comunicare è l’elemento principale della mia attività, il numero di email che ricevo cresce sempre in maniera esponenziale
  • Google Analytics: essendo un web Analyst, passo molte ore, tutti i giorni, ad analizzare i dati dei diversi Business locali in Europa

2. E quali sono i tre che ti fanno risparmiare più tempo?

Marco Quadrella

Ahref (http://ahrefs.com/): Analisi sui backlink, sulle SERP, sui posizionamenti a pagamento e tantissime funzionalità davvero interessanti. L’interfaccia è piacevole da usare e permette di ottenere con facilità tutte le informazioni che altrimenti richiederebbero preziosi minuti di analisi. Due pecche: la reportistica davvero scarsa e l’indice dei backlink non vasto come quello dei competitor (Majestic SEO in primis).

Screaming Frog (http://www.screamingfrog.co.uk/seo-spider/): Uno spider che trova per voi quasi tutte le informazioni che vi possono servire su di un sito web: seguendo le vostre indicazioni scorrazza per il dominio che volete analizzare e vi prepara comode tabelle con le informazioni tecniche necessarie ad una corretta analisi. Ottimo da utilizzare anche per trovare errori nel linking interno. Il grosso limite: oltre le 60.000 URL tutto comincia a diventare estremamente lento.

SEOTool for Excell (http://nielsbosma.se/projects/seotools/download/): Questo tool si integra con Excell mettendo a vostra disposizione tante nuove funzioni. Avete un elenco di 50 URL e volete verificare quanti di questi sono ancora attivi?Quanti hanno un PageRank assegnato? Ve la cavate in  un paio di minuti. Sarete in grado di filtrare, ordinare e fare calcoli con tutte le possibilità di Excell potendo contare su dati extra sempre a portata di mouse. I limiti: un’integraziona ancora scarsa con le API di altri prodotti di analisi e l’impossibilità di gestire quantità troppo grandi di URL.

Francesco Tinti

I software che ho scritto (con un pò di olio di gomito) per rendere automatica o semi-automatica:

  • la gestione di un account AdWords,
  • fare keyword research da varie sorgenti web
  • estrarre i dati salienti da un account Analytics e Analytics in un cruscotto onnicomprensivo (basandomi per quest’ultimo tool sull’ottimo lavoro già sviluppato dal buon collega Filippo Trocca, un genio della web Analytics)

Gianluca Fiorelli

  1. Spider Frog sicuramente. Il livello di segmentazione delle informazioni On Site che offre è tale che per ottenere gli stessi risultati alla vecchia maniera ci vorrebbero giorni
  2. Link Prospector e Ontolo sono per me diventati indispensabili quando devo pianificare una campagna di Link Building. Anche in questo caso, senza di essi i tempi di ricerca sarebbe molto ma molto più lunghi
  3. Buzzstream, per tutto ciò che è Outreach. La capacità che possiede Buzzstream di scoprire i dati di contatto e di pianificare il seguimento di una campagna di acquisizione links è incredibile

Luigi Sciolti

Oltre quelli elencati nella domanda precedente non posso fare a meno del doppio schermo, di Skype e del telefono 😛

Filippo Trocca

  1. Google Analytics API: Staples Europa ha più di 60 siti tra Staples Direct, Staples Advantage, versioni mobile, e-shop, ecc. Quando mi sono trasferito ad Amsterdam, nel settembre 2011, per creare la reportistica settimanale servivano 5 giorni, ora per estarre i dati, creare i layout non servono più di 20 minuti. Naturalmente non basta estrarre i dati, bisogna anche analizzarli
  2. Python: se non avessi imparato qualche rudimento di Python non riuscirei a portare a termine il mio lavoro. Non sono un programmatore, ma ho creato tanti piccoli script che velocizzano ed eseguono per me molti dei lavori ripetitivi della giornata
  3. OpenTag: openTag è una tag managemnet system e mi permette di installare sui siti di staples vari script senza dover passare dal team sviluppatori, implementare alcune nuove funzioni di tracking o funzioni legate a javascript ora è una questioni di ore, non più settimane o mesi di lavoro.

3. Che spunti si riceveranno dal tuo intervento a WebReevolution?

Marco Quadrella

Il mio intervento vuole presentare una metodologia di analisi degli Strumenti per Webmaster di Google che si possa tradurre in risposte operative. Discuteremo fra teoria e pratica: proveremo a capire cosa c’è dietro certi dati e a proporre alcune soluzioni concrete sperando che all’uscita dalla sala tutti saremo in grado di trarre il massimo vantaggio SEO da uno strumento gratuito e utilizzatissimo.

Francesco Tinti

Durante il mio speech presenterò 5 strategie e 1/2 per creare, gestire e ottimizzare un account AdWords partendo da zero. Mi sono ispirato alla natura, all’Oriente, e agli stili animali di attacco e difesa delle arti marziali da cui ogni strategia eredita il nome.

Questo intervento, come gli altri a partire dal convegno GT 2011, si inserisce in un piano più strutturato ed organico di cui per il momento non ti posso indicare più dettagli, ma del quale ti anticipo già ora che sentirai parlare dopo l’estate. Una volta usciti dal WebReevolution i partecipanti avranno più consapevolezza delle potenzialità e dell’utilizzo di AdWords e potranno applicare quanto appreso direttamente alle loro campagne.

Gianluca Fiorelli

Nel mio intervento parlerò di tools specifici per il link building, un’attività che – detta con tutta sincerità – odio. Quindi, essendo il mio odio molto comune tra i SEO (i link builders appassionati sono esseri strani e rari), spero che coloro che assisteranno alla mia sessione trovino soprattutto ispirazione dal metodo che io seguo per realizzare campagne e, quindi, si approfittino dalla mia esperienza con un numero davvero considerabile di tools per (ri)scoprirne nuovi che possano rendere:

  • il loro lavoro meno “estenuante”
  • il loro lavoro più efficace
  • ottenere links che davvero possano essere a prova di Pinguini e bestiari vari

Luigi Sciolti

Come si legge dal titolo dello speech analizzando casi veri, cercherò di fare una panoramica generale sulle principali configurazioni di campagne adwords. Grazie a queste 7 campagne, molto differenti tra loro, voglio condividere delle strategie utilizzate per migliorare i risultati in termini di conversioni e costi!

Filippo Trocca

Mi sono posto 2 obiettivi per la presentazione:

  • mostrare l’importanza del motore di ricerca interno per un e-commerce. Anche in Staples in pochi davano priorità al motore di ricerca, ma è bastasto mostrare le giuste metriche per fare suonare un campanello di allarme e spingere i nostri manager a creare un progetto per migliorare le performance
  • fornire spunti per iniziare ad analizzare le performance del motore di ricerca e provare a migliorarle
Scritto il


Sei membro del forum? Vuoi scrivere anche tu su MARKETING Blog gt
Chiedilo a @giorgiotave