TrueView + GMail, così Google migliora l’advertising


Sono ore, queste, importanti in casa Google per via di tutta una serie di novità interessanti su più versanti: dai nuovi Business Profile disponibili (a mezzo servizio) su Google+, fino ai test sulla sidebar del motore di ricerca, passando per le importanti novità sull’indicizzazione dei commenti del plugin di Facebook tra i risultati.

A Mountain View, in questa “valanga” di materiale non hanno risparmiato il versante advertising ed anche qui ci si è mossi su due fronti: video con la nuova funzione TrueView e personalizzazione degli annunci all’interno di GMail. Vediamo nello specifico di cosa parliamo.

Video = TrueView

Google si rivolge ai Video Editor, introducendo questo metodo alternativo di annuncio.

L’annuncio, sistemato in apertura di video, può essere “skippabile”: l’utente può scegliere se guardarlo o meno. Il guadagno del Video Editor passa per il cosiddetto CPV (Cost per View), ovvero per il numero di utenti che scelgono di guardare l’annuncio e di non saltarlo tramite lo “skip”.

In questo video potrete vedere meglio il funzionamento di TrueView:

Annunci scelti su GMail

Nel servizio di posta elettronica più noto al mondo, Google ha deciso di inserire una nuova area che permetta agli utenti di personalizzare gli annunci da visualizzare: vengono gestiti una serie di criteri, così da escludere (ad esempio) annunci di determinati inserzionisti o riguardanti precise tematiche.

Annunci scelti su GMail 1

All’interno di GMail – ma anche di Google.com – gli utenti potranno passare il mouse sui vari blocchi di annunci e scoprire, tramite un’apposita finestra, perchè a loro è destinato quell’annuncio (magari a causa di ricerche ricorrenti in quel campo).

Annunci scelti su GMail 2

Tramite un’apposita sezione, sarà poi possibile scegliere se visualizzare quel genere di annunci oppure no.

Che ve ne pare?

Scritto il , ultima modifica


Sei membro del forum? Vuoi scrivere anche tu su MARKETING Blog gt
Chiedilo a @giorgiotave